La nuova normativa sui cookie, facente riferimento alla “Eu Cookie Law”, entrerà ufficialmente in vigore a partire da oggi 3 giugno 2015. Tanti i cambiamenti apportati dall’introduzione di questa legge e altrettanti i dubbi sollevati tra gestori e proprietari di siti web.

COOKIE LAW: TUTTA UNA QUESTIONE DI COOKIE
Prima di fare chiarezza sulle nuove disposizioni stabilite dal Garante per la protezione dei dati personali, può essere utile, soprattutto per gli utenti meno esperti, tracciare un identikit dei cookie.
Che cosa sono esattamente e come si configurano all’interno della struttura di un sito?
Contrariamente a ciò che alcuni potrebbero ritenere, navigare su Internet è un’attività tutt’altro che anonima: in modo analogo a quanto avveniva nella celebre fiaba di “Pollicino”, ogni azione che compiamo sul Web lascia una traccia di noi, delle nostre preferenze, della configurazione che stiamo utilizzando e persino del luogo dove abitiamo. Queste “briciole digitali” sono paragonabili a veri e propri dati che, girando in background, influenzano in modo più o meno apprezzabile la nostra navigazione attraverso, ad esempio, l’inserimento di messaggi pubblicitari “ad hoc”.
Scopo principale della nuova normativa sui cookie sarà, dunque, quello di tutelare la privacy del visitatore promuovendo, nel contempo, un approccio più consapevole alla problematica sollevata dall’uso dei cookie.
NUOVA LEGGE SUI COOKIE: CONOSCIAMOLA MEGLIO!
Quali saranno precisamente i cambiamenti introdotti dalla Cookie Law a partire dal 3 giugno 2015?
L’intera normativa trova la sua applicazione pratica nell’individuazione e successiva gestione, a carico del titolare e/o gestore del sito, di uno specifico banner. Per essere la norma di legge, tale banner dovrà presentare le seguenti caratteristiche:

– dovrà essere inserito obbligatoriamente nella homepage
– dovrà essere subito accessibile

A livello contenutistico, il banner dovrà, inoltre, includere le seguenti informazioni:

– La richiesta di consenso all’uso di cookie
– Una prima informativa “breve”
Il suddetto messaggio dovrà anche indicare la tipologia specifica di cookie in uso sul sito web (ad esempio cookie tecnici e/o di profilazione)
– Un link diretto per accedere all’informativa “estesa”

Tale informativa conterrà una lista dettagliata dei cookie già citati all’interno del banner. Il visitatore dovrà, altresì, poter essere messo in condizione di scegliere quale di questi cookie autorizzare.

“ Ho un sito personale: la nuova Cookie Law riguarda anche me?”

Ogni pagina Web che si avvale di Google Analytics o che sfrutta strumenti Social (quali, ad esempio, Facebook, Instagram e/o Youtube) per la propria promozione su Internet, rientra automaticamente nella normativa sui cookie del 3 giugno 2015.

“Che tipo di obblighi giuridici prevede la nuova Cookie Law nel caso di cookie di terze parti installate tramite sito?”

Secondo la legge sui cookie del 2 giugno 2015, il titolare e/o gestore della pagina web si configura come “intermediario tecnico” tra i detentori di tali cookie e il visitatore: per tale ragione egli è obbligato a inserire nell’informativa “estesa” i link relativi alle informative delle terze parti oggetto d’esame. Quest’ultime, a loro volta, dovranno essere tenute aggiornate e dovranno, inoltre, includere tutti i moduli di consenso previsti dalla normativa vigente.

“Quanto tempo ho a disposizione per mettermi in regola e che cosa succede se non lo faccio?”

A partire dal 3 giugno 2015, qualunque gestore e/o titolare una pagina Web avrà a disposizione fino a quattro giorni di tempo per mettere a norma il proprio sito o e-commerce sia nella sua versione desktop che mobile, scaduti i quali andrà incontro a sanzioni pecuniarie che potranno, a seconda dei singoli casi, ammontare sino alla considerevole cifra di 100.000 euro.
Occhio, dunque, a non lasciare troppe “briciole” e… buona navigazione!

Previous Post Previous Post
Newer Post Newer Post