Gestione social media aziendali: come fare

La gestione dei social media aziendali è una parte fondamentale della strategia di marketing di qualsiasi azienda. Il potere dei social media è ormai enorme, infatti, consente alle aziende di raggiungere un pubblico incredibilmente vasto, di coinvolgere i propri clienti e di costruire il proprio marchio.

Tuttavia, la gestione di account social aziendali può essere complessa e richiedere molto tempo. Inoltre, le aziende devono avere una strategia chiara per l’utilizzo di queste piattaforme e devono essere in grado di monitorare e rispondere alle interazioni degli utenti e soprattutto a offrire sempre contenuti interessanti per gli utenti.

Con il giusto approccio e rivolgendosi ad un consulente marketing esperto, le aziende possono utilizzare i social media nel modo migliore e quindi coinvolgere e fidelizzare i clienti.

Questo articolo fornisce una panoramica delle fasi principali della gestione dei social media aziendali, dalla creazione e implementazione di una strategia al monitoraggio e alla risposta ai commenti degli utenti. Vediamo tutto questo nel dettaglio.

Come gestire i social media aziendali?

La gestione dei social media aziendali implica il coinvolgimento dei clienti attraverso i canali social per conto dell’azienda in modo continuativo e con obiettivi specifici.

In genere, si tratta di utilizzare uno strumento di gestione dei social media per pubblicare contenuti su diversi canali, come Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e YouTube.

Questo comprende, quindi, aspetti chiave del social media marketing, come:

  • la continua creazione di contenuti
  • il monitoraggio
  • l’analisi del coinvolgimento del pubblico
  • la misurazione dell’impatto del coinvolgimento

È essenziale, inoltre, che le aziende o i professionisti che si dedicano al social media marketing abbiano:

  • una strategia di utilizzo dei social media e strumenti che ne facilitino la gestione.
  • una programmazione dei post per più canali social.
  • la capacità di analisi dei social media per monitorare, misurare e analizzare il coinvolgimento.

Sebbene, infatti, il social media marketing offra molti vantaggi, è importante utilizzare i canali social giusti per gli obiettivi e il target dell’azienda.

La scelta dei canali giusti è essenziale per la comunicazione di un’azienda e può rendere la loro gestione non solo più facile, ma soprattutto più efficace.

Non bisogna, infatti, essere presenti su tutti i social, ma solo in quelli più adatti alla propria azienda.

Vantaggi della gestione dei social media aziendali

I vantaggi della presenza nei social media a livello aziendale includono:

  • una presenza costante e coerente sui diversi canali social. Ad esempio, un’azienda può avere un tono e una voce diversa sui diversi canali utilizzando contenuti ben definiti in anticipo. Questo può aiutare l’azienda a costruire il proprio marchio e a stabilire una presenza più forte.
  • un miglioramento del marketing e del branding. Un miglioramento del marketing e del branding attraverso i social porta alla creazione di contenuti rilevanti per il pubblico di un’azienda, stimolando il coinvolgimento e incoraggiando i clienti a condividere i contenuti.
  • un maggiore coinvolgimento dei clienti. Questo può portare a una maggiore consapevolezza dell’azienda e delle offerte di prodotti o servizi, incentivando le vendite e la fidelizzazione dei clienti verso il marchio.

Sviluppare una strategia aziendale per i social media

Il primo passo nella gestione dei social media aziendali, pertanto, è lo sviluppo di una strategia. Si tratta di creare un piano editoriale ben definito per raggiungere gli obiettivi di marketing e quindi di business.

L’utilizzo dei social media deve far parte della strategia di marketing complessiva e quindi deve essere coerente al marketing mix aziendale.

Una strategia per i social media deve includere i seguenti aspetti chiave:

  • Obiettivi. È importante sapere cosa si vuole ottenere. Si vuole aumentare la notorietà del brand? Stimolare le vendite? Coinvolgere i clienti? Gli obiettivi aiutano a decidere cosa pubblicare.
  • Pubblico. Il pubblico è costituito dalle persone con cui interagire. Si deve sapere chi sono, cosa vogliono e come amano essere coinvolti. Per farlo si utilizzano le piattaforme di analisi e altri strumenti di ricerca del pubblico che offrono le piattaforme stesse.
  • Canali. Bisogna decidere quali canali di social media utilizzare. Come detto, dipende dal tipo di azienda e da dove si trova maggiormente il pubblico di riferimento.
  • Monitoraggio e risposta ai commenti degli utenti. I social media si basano sul coinvolgimento e sulla creazione di relazioni con il pubblico. Uno dei modi migliori per costruire relazioni è rispondere ai commenti degli utenti e creare discussioni significative.

Gestione social media aziendali: quale scegliere?

Per decidere su quali piattaforme di social media essere presenti, si deve, innanzitutto, considerare quali piattaforme utilizza il pubblico di riferimento/target.

Una volta decisi i canali più utili per la propria azienda, si può creare un calendario editoriale che aiuta a rimanere coerenti e in linea con il brand.

Un calendario editoriale aiuta a pianificare e organizzare la pubblicazione dei post , oltre a semplificare la vita con gli argomenti da programmare.

Creare e condividere contenuti

Uno degli aspetti chiave della gestione dei social media è la creazione e la condivisione di contenuti. Questi contenuti possono essere articoli, video, immagini o GIF.

La chiave per creare ottimi contenuti è conoscere il proprio pubblico. È necessario sapere cosa il pubblico vuole leggere, guardare o vedere.

Una volta stabilito il tipo di contenuto da creare, è necessario trovare gli strumenti giusti per facilitare il processo.

Esistono molti strumenti diversi che possono aiutare a creare e condividere contenuti ma, molto spesso per mancanza di tempo e competenza, è molto meglio affidarsi a dei professionisti qualificati.

Questi ultimi sanno padroneggiare strumenti di creazione contenuti e non solo come:

  • Strumenti di pianificazione contenuti. Questi strumenti facilitano la pubblicazione di contenuti. È possibile creare e condividere post su più canali di social media, tutto da un’unica piattaforma. Eccone alcune: Hootsuite, PostPickr.
  • Strumenti per la creazione di contenuti visivi. Strumenti come Canva facilitano la creazione di contenuti visivi coinvolgenti. Permettono di creare immagini, GIF e video.

Misurare l’impatto dei social media e monitorare

Per misurare l’impatto dei social media su una determinata azienda, è essenziale tenere traccia degli indicatori di prestazione chiave (KPI). I KPI sono metriche che aiutano a misurare le prestazioni del marketing.

Ci sono molti KPI diversi che si possono monitorare per i social media. Ad esempio:

  • Reach. È il numero di persone che vedono i contenuti pubblicati. È possibile tracciare la portata utilizzando strumenti di social media analytics e di gestione dei social media come lo stesso Hootsuite.
  • Engagement. È il numero di persone che interagiscono con i contenuti. È possibile monitorare l’engagement con gli strumenti di social media analytics e di social media management.
  • Sentiment. È il sentimento generale che le persone provano nei confronti dei contenuti. È possibile monitorare questo dato utilizzando gli strumenti di gestione dei social media.

Conclusione

Sebbene i social media possano essere utili a qualsiasi azienda, la loro efficacia dipende dalla strategia che si mette in campo.

Per sapere come creare una strategia aziendale per i social media, puoi rivolgerti direttamente a me come consulente web marketing.

Previous Post Previous Post
Newer Post Newer Post