Via delle Fonti, 72 40128 Bologna
Aperti dal Lunedi al Venerdi: 9.00 - 17.30

E-mail marketing: come può aiutare le aziende

Sorprende sempre scoprire come l’e-mail si confermi uno degli strumenti di marketing più efficaci. Sì, anche per le PMI: se fatto bene porta a risultati sicuri. Ne parlo nell’articolo.

Buona lettura!

L’e-mail marketing è un ottimo modo per raggiungere direttamente le persone interessate (i clienti in target). Può servire per dargli informazioni sulla nostra azienda e mantenerle aggiornate sui prodotti o servizi offerti, e magari su nuove occasioni che proponiamo.

Togliamoci un dubbio: è efficace?

In genere si associa lo strumento della posta elettronica a qualcosa di obsoleto e magari superato. La verità è che l’e-mail marketing è efficace ed è dimostrato da molte ricerche. Come questa, che spiega come con questo strumento per ogni dollaro speso ne tornano circa 36! I numeri del ROI (ritorno sull’investimento) parlano piuttosto chiaro e ci tolgono il dubbio.

Ottimo per raggiungere nuovi clienti… 

Spesso la priorità di una PMI è trovare nuovi clienti. L’invio della mail in questo caso può anche essere pensato come parte di una strategia di funnel marketing. Quando si fanno degli invii di mail ai potenziali clienti si possono anche proporre, ad esempio, dei prodotti in sconto e delle promozioni, che aiutano le conversioni (cioè a trasformare il potenziale in nuovo cliente). Bisogna valutare ogni singolo caso e sfruttare le potenzialità dello strumento.

e mantenere coinvolti i “vecchi”

Ma non bisogna neanche trascurare i clienti che la tua PMI ha già acquisito! Bisogna invece coccolarli, perché non dimentichiamo che potrebbero anche, un giorno, rivolgersi altrove, alla concorrenza. Grazie all’email marketing possiamo tenerci in contatto con loro, informarli su argomenti di loro interesse, tenere saldo il legame e, soprattutto, convincerli a tornare sempre da noi.

No, non è spam, quando è fatto bene

Torniamo a quanto detto sopra: se il ROI delle email di marketing è così alto, è chiaro che le persone non lo considerano spam. Anzi. Però gli invii devono essere fatti a chi ha accettato di ricevere da noi questo genere di comunicazioni. Ma soprattutto devono contenere messaggi per loro interessanti. Il principio è: se ci arriva un’e-mail che ci interessa la apriamo volentieri.

Le e-mail che interessano ai clienti

Quanto detto sopra è, in sintesi, la base per fare bene email marketing. Se i clienti, sia potenziali che attuali, ricevono direttamente nella posta una comunicazione che gli interessa, sono sicuramente propensi ad aprire la mail e leggerla. Quali comunicazioni possono interessargli? Possono essere quelle che offrono loro la soluzione per un problema, magari con articoli e guide mirate, che gli propongono uno sconto su misura… Per fare centro con questo tipo di comunicazione dobbiamo mettere al primo posto bisogni, interessi e preoccupazioni dei destinatari.

Invii automatizzati e personalizzati

Bisogna anche aggiungere che oggi ci sono validi strumenti di automazione (Email Marketing Automation) che ci permettono di impostare messaggi email che partono in automatico. I software li inviano in base ad azioni specifiche che i clienti intraprendono (o non intraprendono). Ci facilitano molto il lavoro. In più, questi messaggi possono (e devono, di preferenza) essere personalizzati, così da essere ancora più efficaci e coinvolgenti.

Ti stai chiedendo come far comunicare bene la tua PMI con l’email marketing? Contattami per parlarne con me.

Previous Post Previous Post
Newer Post Newer Post